Addio Facebook!

“Credi nel destino, Neo?”

“No”

“Perché no?”

“Perché non mi piace l’idea di non poter gestire la mia vita”

Penso che la cosa più difficile da fare se si vuole cominciare una qualsiasi attività sia COMINCIARE, e visto che non so minimamente da DOVE cominciare, decido di partire da come mi è venuto in mente “un blog personale” in questo momento della mia vita.

Sono figlio dei Social Network, prevalentemente di Facebook, ma prima di qualche giorno fa non mi ero mai fermato a pensare quali fossero i reali vantaggi di essere su una piattaforma social o quale sia il mio reale interesse nell’essere sempre aggiornato sulla vita degli altri.

Allora ho provato a buttare giù due righe di quello che sentivo dentro, ma la prima sensazione che ho provato è stata BLOCCO. Volevo dire qualcosa al mondo ma non sapevo più come farlo. Mi veniva istintivo scrivere su Fb ma non sapevo più cosa scrivere. “Eppure siamo stati sotto elezioni!” pensavo tra me e me. “Non solo! da qualche giorno è morto il capitano della mia squadra del cuore! avrò qualcosa da dire in merito!” ma no, niente! non riuscivo più a esprimere quello che pensavo o provavo.

Sono giunto quindi ad una conclusione: la comunità social è un enorme “catazzone”, un insieme di persone troppo diverse e troppo disinteressate per permettermi di comunicare veramente il mio stato d’animo o i miei pensieri. La Home è più una simil-rivista di gossip che non una bacheca di notizie sui miei amici più cari; le persone mostrate non sono quelle che veramente mi interessa seguire e nel mezzo vi sono troppi “articolucci” o “battutine” di pagine alle quali spesso non mi ricordo nemmeno quando ho messo il like.

Una decina di anni fa avrei semplicemente cambiato canale se il film o la trasmissione non mi fosse piaciuto. Ora, invece, scorro la home e mi devo pure sorbire cosa sta facendo l’amico dell’amico del secondo marito di mia zia, il quale mi sta anche particolarmente sul culo.

E non posso neanche resettare il profilo e ricominciare da 0! altrimenti uno dei due grandi motivi per cui i social hanno portato un più nella mia vita, ovvero che sono uno STREPITOSO ALBUM DEI RICORDI, andrebbe perduto o quantomeno sarebbe scomodamente recuperabile.

Allora sai cosa? ho deciso! Da domani, anzi da oggi, apro un blog e comincio a scrivere attivamente articoli o pensieri di mia natura!

Perché un blog a 26 anni? Perché non voglio più aprire la porta della mia vita a chiunque abbia accesso alla mia pagina Facebook. Voglio rivolgere i miei pensieri e le mie considerazioni solo a chi ha voglia di ascoltarmi o leggermi in maniera ATTIVA.

“Frega un cazzo!” se non lo legge nessuno. Non mi interessa arrivare a tutti. Mi interessa esprimermi e anche se sarà solo una persona a leggere i miei articoli, PERFETTO! è proprio con lei che mi interessa comunicare.

Voglio scrivere articoli di natura Psicologica (la mia passione), toccando i temi che mi stanno più a cuore: la comunicazione “autentica” (vocabolo da rivedere), l’empatia, il rapporto padre figlio, l’accettazione di sè e dei propri limiti, l’ascolto delle emozioni, la gelosia, la paura dell’ignoto e l’amore verso il prossimo.

Se ti senti quell’unica persona, ti prometto che farò del mio meglio per scrivere in Italiano, nonostante mi piaccia TANTISSIMO la mia dialettica e voglia in tutti i modi riportarla nei miei articoli, e che metterò tutta la mia energia per trasmetterti qualcosa. Se ti piace, se non ti piace, se hai uno spunto o un’idea, ti prego, scrivi qui sotto qualsiasi cosa ti passi per la testa. Non vedo l’ora che tu intervenga in merito ad un argomento.

Chiudo qui il mio articolo introduttivo. Da domani mi butterò in questa nuova avventura che mi affascina da morire. Ti lascio con il testo di una canzone che adoro e che sto ascoltando e suonando spessissimo in questo periodo della mia vita.

“She can kill with a smile, she can wound with her eyes
She can ruin your faith with her casual lies
And she only reveals what she wants you to see
She hides like a child but she’s always a woman to me
She can lead you to love, she can take you or leave you
She can ask for the truth but she’ll never believe you
And she’ll take what you give her as long as it’s free

Yeah she steals like a thief but she’s always a woman to me
Oh, she takes care of herself, she can wait if she wants
She’s ahead of her time
Oh, she never gives out and she never gives in
She just changes her mind
And she’ll promise you more than the garden of Eden
Then she’ll carelessly cut you and laugh while you’re bleeding
But she brings out the best and the worst you can be
Blame it all on yourself ‘cause she’s always a woman to me
Oh, she takes care of herself, she can wait if she wants
She’s ahead of her time
Oh, she never gives out and she never gives in
She just changes her mind
She is frequently kind and she’s suddenly cruel
She can do as she pleases, she’s nobody’s fool
But she can’t be convicted, she’s earned her degree
And the most she will do is throw shadows at you
But she’s always a woman to me”
Niccolò Di Paolo
Ps: 17 revisioni prima di pubblicarlo definitamente…non male!

 

foto made by djake08 https://www.instagram.com/djake08/

2 pensieri riguardo “Addio Facebook!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...