L’Engagement aziendale: la base per un’organizzazione che prospera

Tempo di lettura: 4'
letto 62 volte

Per engagement aziendale si intende il coinvolgimento e l’impegno delle persone all’interno della propria impresa. Essere coinvolti significa sentirsi parte della realtà aziendale per cui si lavora.

Questo sifgnifica condividerne i valori e la vision e provare un forte sentimento di “unione” che permetta al lavoratore di sentirsi orgoglioso di fare parte di quell’ambiente specifico.

Coinvolgimento dei dipendenti: determinante per il successo aziendale, ma  difficilmente valutabile - BitMat

Nessun uomo è un isola, completo in se stesso. Ogni uomo è un pezzo del continente, una parte del tutto. (John Donne)

Miei cari lettori, ci ho preso gusto! Parlare degli strumenti strategici per l’impresa mi stimola, fare riflessioni su queste tematiche mi motiva e mi appassiona.

Così, dopo avere mosso delle riflessioni sul tema dell’onboarding aziendale, eccoci qua a parlare di un altro strumento fondamentale per il benessere delle persone che vivono l’organizzazione e, quindi, per il benessere organizzativo:

L’Engagement Aziendale: il report di Gallup

Mi sono recentemente imbattuta in un report di Gallup (società di analisi e consulenza americana con sede a Washington, D.C) estremamente approfondito e dettagliato del 2017, aggiornato al 2019, dal titolo:

State of the global Workplace

Questo report mi ha lasciata di stucco, sto ancora cercando di elaborare i dati.

Ho scoperto che l’85% dei lavoratori di tutto il mondo non prova alcun tipo di engagement aziendale.

Per quanto riguarda il nostro Paese, il report riporta che solo il 5% dei dipendenti delle aziende si sente coinvolto.

Ma, per comprendere meglio, facciamo un passo indietro:

Work engagement: l'obiettivo per migliorare la performance aziendale -  ParmaPress24

Cos’è l’engagement aziendale?

Come si legge su Internet, con il termine “engagement aziendale” si intende il coinvolgimento e l’impegno delle persone (in inglese appunto “engagement”) all’interno della propria impresa. Essere coinvolti significa

  • sentirsi parte della realtà aziendale per cui si lavora
  • condividerne i valori e la vision
  • provare un forte sentimento di “unione” che permetta al lavoratore di sentirsi orgoglioso di fare parte di quell’ambiente specifico.

Si sa, però, che creare e coltivare una cultura di impresa che sia stimolante e coinvolgente richiede molto impegno: un’organizzazione deve cercare di comprendere come un buon livello di coinvolgimento aziendale possa andare ad influenzare (in positivo, si intende) le prestazioni dei dipendenti. Non è una novità, infatti, affermare che i dipendenti più coinvolti, più “ingaggiati”, sono quelli più produttivi perché più soddisfatti e sereni.

Valutazione d'azienda: quale metodo scegliere - PMI.it

Lo svantaggio competitivo delle aziende che non investono nel coinvolgimento aziendale

Viceversa, i dipendenti che non si sentono parte del tutto e che non si sentono coinvolti saranno distaccati rispetto alla cultura aziendale e dedicheranno il tempo minimo richiesto per svolgere le proprie mansioni e portarle a termine, poco importa come.

Mancherà quindi tutto l’aspetto più passionale e stimolante, che potrebbe portare all’azienda un grande vantaggio competitivo. Come sostiene il report, da questo scarso livello di engagement deriva la difficoltà delle aziende di accelerare l’innovazione, la creatività, la produttività e altri elementi essenziali che contribuiscono a migliorare le prestazioni organizzative.

Certo, come sempre a dirsi sembra tutto bello e facile, ma ci torna utile un vecchio e saggio detto: tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare.

Team building: frasi motivazionali in inglese per i tuoi dipendenti

Come si può, quindi, creare ed accrescere una cultura aziendale basata sull’engagement?

Citando ancora il report di Gallup, si legge che i luoghi di lavoro all’avanguardia e innovativi condividono dei capisaldi che possono essere applicati. Questo con grande impegno di tutta l’organizzazione – a tutte le organizzazioni. I capisaldi che aiutano nell’implementazione di un clima di coinvolgimento in azienda sono 4:

Leadership: primo caposaldo dell’engagement aziendale

Il primo è la Leadership: è importante allineare la cultura d’impresa a un linguaggio basato sui punti di forza. Alcune organizzazioni indicano un gruppo di leader per supportare la parte manageriale dell’azienda negli sforzi per costruire una forte e stimolante cultura aziendale.

La responsabilizzazione

Questo punto consente di educare i collaboratori sulla base dei punti di forza aziendali e li mette in grado di fornire contributi che vadano oltre il loro ruolo. Questo stimolando il pensiero divergente e la creatività.

Leadership vincente: questione di responsabilizzazione e comunicazione

Il Coinvolgimento

Generare entusiasmo promuovendo ambienti e modi di pensare che celebrano la diversità e lavoro di squadra.

La formazione

Ultimo ma non per importanza, la Formazione: essa è necessaria per identificare un sistema di sviluppo per valutare, premiare e far crescere i dipendenti in base a ciò che fanno meglio.

Conclusioni all’articolo sull’engagement aziendale

Insomma, il messaggio centrale del report che ho letto con molto piacere è che motivare i dipendenti di un’impresa e creare un senso di appartenenza aziendale è fondamentale. Questo per garantire alte prestazioni, sia a livello organizzativo che individuale.

E, forse, si può partire proprio da questi 4 capisaldi…

Dottoressa Alice Vignudini

Se ti incuriosisce l’argomento Psicologia del Lavoro ti suggerisco di leggere i miei articoli sull’ “Onboarding aziendale” e sul “Benessere organizzativo