Un mondo dove voglio vivere.

Più siamo completi come esseri sessuali e più siamo appagati come esseri umani

Fin da piccoli sono 3 le cose che ci insegnano sulla sessualità:

  • È qualcosa di cui bisogna vergognarsi (i vostri genitori che cambiano canale quando c’è una scena di sesso, qualcuno che vi dice che è sbagliato farlo con troppi uomini o una sberla sulla mano quando vi toccavate i genitali);
  • È basata su perdere qualcosa o darla ad altri;
  • Anche se è la nostra sessualità, è comunque incentrata su qualcun altro e sul piacere che siamo in grado di regalargli/le.

Ma come sarebbe se ci insegnassero che anziché perdere la verginità, la nostra prima esperienza sessuale è un modo per acquisire qualcosa? Tutte le esperienze sessuali della nostra vita, ci permettono di imparare qualcosa su noi stessi, sul nostro corpo, sul nostro piacere. Il sesso è un modo per scoprire e sviluppare chi siamo.

L’esperienza sessuale è un momento di crescita, di curiosità e di creatività.

Pensate a come sarebbe se ci insegnassero che il sesso non è incentrato su qualcun altro ma solo su noi stessi: non saremmo degli adulti che non sanno cosa vogliono sessualmente e che non sanno come chiederlo.

Da una parte abbiamo deciso che il sesso è uno strumento fondamentale per conoscere sé stessi e gli altri, per sentirci liberi e autonomi; dall’altra parte, ci hanno insegnato che è legato saldamente all’amore romantico. Qualcuno ha deciso per noi che se siamo in una coppia, il tradimento è la cosa peggiore che possa succedere.

Ma se il nostro o la nostra partner decide di fare sesso con un’altra persona non è qualcosa che fa contro di noi, ma qualcosa che fa per sé stesso, per la propria crescita. Non è forse l’impossibilità di crescere e di sentirsi liberi, la cosa peggiore che può succedere in una coppia? Non dovremmo sentirci appagati come individui prima di dedicarci all’altro?

Più siamo completi come esseri sessuali e più siamo appagati come esseri umani.

Se siamo appagati come esseri umani possiamo rendere il mondo un posto dove le persone sono guidate semplicemente dal loro desiderio, dove è possibile vivere la propria sessualità liberamente, un mondo dove voglio vivere.

Dottoressa Silvia Gioffreda